Le ali della farfalla

soluzioni semplici per dilemmi complessi (il blog)

La mano di Rod

“La maggior parte delle idee fondamentali della scienza sono essenzialmente semplici, e possono, come una regola, essere espresse in un linguaggio comprensibile a tutti”. Albert Einstein.

Free download

Laurum Editrice. ISBN 978-88-87346-82-4

Finito di scrivere ad aprile 2009.

Scheda

Tipologia: capolavoro (mica animaletti del bosco) 😉

464 pagine

43 capitoli

169.769 parole

Romanzo di Fabrizio Brascugli – Tutti i diritti sono riservati, all rights reserved

Nuova sinossi

A capo di un’organizzazione che controlla il mondo del tennis Maxime Debugnì vuole realizzare il suo sogno di gloria e di potere: far compiere un grande slam al suo campione, dopo quarant’anni dall’ultimo di Rod Laver. Ci prova utilizzando una strategia sottilissima, (agisce sulle condizioni iniziali sensibili di un tennista, sull’effetto farfalla) strategia che gli ha permesso di controllare giocatori e tornei negli ultimi vent’anni. Non il singolo evento bensì la più redditizia e importante struttura generale.

Ma un ingegnere dalla mente affilata di nome Eduard Galer diviene una minaccia e un ostacolo che si interpone tra lui e i suoi affari.

Chi è poi in realtà Ernest Langlei? Un clochard senza più speranze nella vita? Perché getta ombre inquietanti su Maxime Debugnì e porta alla luce un avvenimento che sembra ripetersi e risale a ventiquattro anni prima? Ernest Langlei, Maxime Debugnì e Eduard Galer sembrano avvolti in una spirale fatale, dove l’onestà, il merito, la menzogna, la vedetta, la morte e l’avidità confondono i loro confini.

La verità sembra essere sotto gli occhi di tutti, complessa ma chiara. E’ solo una verità apparente? Qualcosa sfugge e un pezzo del puzzle non combacia? C’è un ordine nascosto dietro un disordine apparente e il caos non sembra più confuso ma governato da leggi precise, addirittura semplici, che consentono di fare previsioni, chiarire connessioni, individuare le linee di sviluppo, le forme che si dispiegano. Ma fino a che punto e a che prezzo? Esiste un limite alla conoscenza umana?

Rassegna stampa locale e nazionale qui.

Intervista a tv9 (gennaio 2011)

Intervista a Radio Classica (marzo 2011) L’immagine è l’apertura di Tennis Magazine Italia di marzo 2011. Rivista Nazionale.

Intervento per Radio Manà Manà (maggio 2011)

Vecchia sinossi (2006)

Una scoperta, che consente di controllare il gioco del tennis e gli affari milionari del suo indotto, è tenuta gelosamente segreta, ormai da molti anni. Giocatori e tornei sono controllati, addirittura manipolati.
Un semplicissimo quanto insospettabile stratagemma è alla base di tutto.
Quali sono i segreti e i misteri del tennis?

Quale è l’effetto farfalla? Chi lo controlla?

Ma soprattutto dove sono i confini tra realtà e finzione? Tra il romanzo e i fatti?
Le leggi della fisica ci guidano sulla linea di confine tra il reale e il surreale, ma la scelta definitiva rimane al lettore.
Una storia intrigante che sviluppa tra le leggi della fisica, la teoria dei sistemi e il concetto di complessità, alla ricerca dei motivi della morte di un ingegnere che aveva una passione per il tennis.
Estratto.

brascugli ©

Wild Basin Road. Montagne Rocciose.

L’elicottero dei soccorsi, avvisati da un guardaparco, arrivò sul posto in quindici minuti, ma gli uomini della protezione civile impiegarono più di un’ora per estrarre il corpo dalle lamiere dell’auto. Quando ci riuscirono l’uomo era ancora vivo, anche se le sue condizioni erano disperate. Il medico a bordo comunicò l’emergenza via radio: “Maschio, razza bianca, numerose fratture scomposte, trauma cranico e sospetta emorragia interna. Serve molto sangue”. L’uomo non arrivò vivo all’ospedale. Il suo cuore smise di battere a causa delle numerose lesioni e delle emorragie interne. Era precipitato in una scarpata con la sua auto la quale si era capovolta almeno tre volte prima di fermarsi sul fondo di una valle molto stretta. L’auto era stata notata, fortuitamente, qualche ora più tardi da un guardaparco che si occupava del rimboschimento dell’area. La settimana seguente una bella donna, dell’età di circa trent’anni, dopo essersi svegliata con una mezz’ora di anticipo e aver sorseggiato frettolosamente mezza tazza di caffè, salì in auto.Cercò di controllare l’ansia e il nervosismo anche se il tentativo sarebbe risultato di estrema difficoltà. Percorse due viali alberati, segnati dai rossi colori dell’autunno, e fermò l’auto di fronte ad un piccolo ufficio postale alla periferia della città. Si guardò nello specchietto retrovisore, indossò un paio di occhiali da sole, anche se la luce non era propriamente accecante, e scese. Attraversò la strada con recitata disinvoltura ed entrò negli uffici. Stava svolgendo l’ultimo compito che il suo capo gli aveva richiesto. ©

da pag. 14

© Le mani cominciarono a sfogliare le pagine e la stanza si riempì del rumore di carta sfregata, ma erano ancora tutti in silenzio. Nessuno, nel corso di queste riunioni annuali, aveva mai messo apertamente in dubbio la strategia ed i metodi portati avanti per attuarla, ma non tutti erano d’accordo, se ne parlava nei corridoi, fuori dalla sede anche se non si era mai arrivati a proporre soluzioni alternative, perché in fondo, nonostante i difetti, gli imprevisti, e le varie difficoltà che si potevano presentare, grazie a quella strategia la convenienza c’era sempre stata per tutti. L’unica obiezione che si poteva opporre era di ordine etico ma l’etica, si sa, stuzzica gli animi, ma non porta ad agire, il profitto ha più inerzia. In queste riunioni di conseguenza, ormai da dodici anni, si discuteva dei dettagli, di piccoli aggiustamenti. Le disposizioni principali erano del resto chiare, semplici ed eque: tre top player per ogni casa costruttrice; nel corso dell’anno si potevano verificare degli aggiustamenti dovuti ad infortuni agli atleti o a situazioni particolari; per quanto riguarda i propri top player ogni casa era libera di agire come meglio credeva, in merito sia al contratto economico che a ciò che veniva consegnato, ma i migliori non dovevano essere in numero superiore a tre.©

Oppure lasciate un commento a questa pagina e riceverete il testo nella casella e-mail che avrete indicato.

La mano di Rod. Misteri e segreti del tennis e delle racchette

Annunci

43 thoughts on “La mano di Rod

  1. Ciao Fabrizio… come ben sai (forse) sono un assiduo frequentatore del tuo blog.. molto molto orginale. Ti ho trovato in quanto blog che parlava di tennis. In realtà c’è molto di più. Complimenti per la mano.. la tua non quella di Rod 🙂

    Volevo richiedere il tuo romanzo: “La mano di Rod”. Sono curioso.. era da un pò che volevo chiedertelo ma sto avendo un pò più di tempo solo adesso.
    Saluti e a presto.. magari per una qualche collaborazione futura (tema tennis ovviamente)

    PS anche tu eh.. rimani frequentatore di remotoanteriore:) anche se per adesso non è che troverai granchè … tempo che manca !!

    Ciao,

    Giuseppe!

    PPS ho provato a mandarlo al tuo account Gmail ma mi è tornata indietro la mail..

  2. sono incappato casualmente in questo sito e ne sono rimasto entusiasta ovviamente sono un appassionato di tennis
    mi incuriosisce il racconto “La mano di rod”
    mi potrebbe inviarmi una copia
    grazie

        1. Sono arrivato a 3/4. Il romanzo è molto bello, intrigante e non mi stanco mai di leggerlo, anche se ho poco tempo ma dei tanti aggettivi che mi vengono in mente mentre leggo c’è nè uno che sopravarica tutti gli altri: ILLUMINANTE!!
          Alla prossima e grazie

            1. Bellissimo, veramente bello soprattutto se si ama il tennis come sport
              complimenti anche per la conoscenza di tutti i luoghi descritti e con dovizia di particolari
              ricco anche di spunti tecnici
              p.s.
              ho modificato la mia racchetta, come descritto nel libro, senza dire nulla l’ho fatta provare al mio maestro; ha detto che non aveva mai giocato con una racchetta così…. ed è rimasto senza parole
              (g. 365 bil. 30.5 cm)
              grazie ancora e Auguri

    1. Una copia digitale glia posso spedire spedire nella sua casella e-mail. Cosa che riuscirò a fare domattina perché ora sono fuori sede. Se invece è interessato alla copia cartacea il romanzo uscirà ad ottobre per la casa editrice Laurum di Pitigliano. Ma ancora non abbiamo la data precisa stimo rivedendo alcuni dettagli. La copia su il mio libro è invece disponibile per l’acquisto con carta di credito, ma al momento non le consiglio di prenderla perché la copia che uscirà per Laurum sarà sicuramente di migliore finitura copertina compresa.
      Un saluto
      Fabrizio Brascugli

  3. SALVE MI HA INCURIOSITO TANTISSIMO L’ARGOMENTO! SONO UN GIOCATORE DILETTANTE DI TENNIS E VORREI GENTILMENTE UNA COPIA DI LA MANO DI ROD, ANCHE DELLE ALI DI FARFALLA SE C’è SULLA E-MAIL SE PUò .

    GRAZIE MILLE SALUTI E AUGURI

    🙂

    1. Il libro può trovarlo nelle librerie on line questo è il link di IBS.
      http://www.ibs.it/code/9788887346824/brascugli-fabrizio/mano-di-rod-il.html

      Se deve acquistare più libri le conviene prenderlo lì risparmia sulle spese di spedizione, altrimenti posso inviarglielo con contrassegno (tramite editore) al costo di euro 15 più spese di spedizione, è sufficiente che mi lasci il suo indirizzo alla mail del blog.
      alidellafarfalla@gmail.com
      Auguri.

  4. Sono molto interessato al libro. Ma su IBS e Libreria universitaria il titolo è disponibile solo in 15-20 gg. C’è un modo per averlo in tempi più brevi? grazie

    Leonardo.

      1. Finito qualche giorno fa. Con una figlia di pochi mesi i momenti per leggere sono rari e anche preziosi. Devo dire molto interessante, quasi avvincente a tratti. Mi spiace per i numerosi refusi che personalmente mal sopporto in un libro. Credo che l’argomento abbia fatto molto (per un appassionato di tennis il tuo libro è una mosca bianca), le tue teorie sul bilanciamento della racchetta hanno fatto il resto. Qualche ridondanza e ripetizione di frasi e concetti (credo uno stilema voluto).
        In sintesi, chapeau.

        Ho letto che stai scrivendo o hai già scritto un sequel. Spero non sia da meno.

        Leonardo.

        1. Grazie. Per i refusi ho perso tre anni di vita per la rabbia. Non li vedevo più preso come ero dal controllare la storia, eventuali contraddizioni o incongruenze. A un certo punto non se ne accorgeva neanche mia moglie per quanto aveva in mente la trama e i personaggi, sarebbe saltata alla conclusione anche se mancavano i verbi. Il testo avrebbe avuto bisogno di professionisti per l’ultima scrematura, ma le piccole case editrici non hanno le risorse, anche se lo hanno tenuto 4-5 mesi. Cmq è stata un’esperienza di cui terrò conto, per il prossimo che sarò un saggio. La vesione On line gratuita è stata ricorretta completamente. Grazie per i consigli e le indicazioni di cui terrò sicuramente conto, magari mi vengono più corti i libri. Il sequel ce lo avrei ma prima c’è il saggio. Ciao.
          Fabrizio Brascugli

  5. Sono un appassionato del Tennis pratico e teorico. Da quanto ho intuito la lettura del Vostro libro ” La mano di Rod ” è ” mandatoria ” Vi sarei molto grato se mi spediste il testo! THANKS!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: