Il naturalista inglese si era espresso chiaramente, e non una sola volta, contro ogni forma di discriminazione che si basasse su una distinzione razziale, sul colore della pelle o qualche altra differenza tra specie. Ma non si tratta solo di una presa di posizione personale, infatti le stesse idee di Darwin espresse nella sua teoria, oggi sempre più confermata, sono, ad una attenta analisi estremamente corrosive di ogni forma di discriminazione che si basi su differenza di adattamento ad ambienti di vita diversi. Questo anche senza prendere in considerazione i recenti studi di genetica che hanno posto fine alle presunte differenze di razza tra gli uomini appartenenti alla specie dei sapiens sapiens.
La comprensione profonda dei semplici concetti alla base dell’evoluzione delle specie hanno una forza ancora più dirompente, delle opinioni personali, nei confronti di ogni forma di razzismo. Non solo Darwin non ha mai parlato in termini di superiorità, ma solo di diversità di adattamenti, ma tali diversità fanno capo a una similitudine che risiede nella capacità di sviluppare soluzioni diverse in funzione dell’adattamento ad ambienti diversi.
Così il colore della pelle consente un migliore o peggiore svolgimento di determinate funzioni metaboliche in relazione alla quantità di luce presente in relazione alla latitudine. La sintetizzazione della vitamina d è l’esempio più semplice. Una pelle chiara consente di combattere il pericolo del rachitismo in zone con poca luce permettendo la costruzione di ossa robuste con sufficienti dosi di calcio. Più si scende verso i tropici e l’equatore il problema perde di importanza e la necessità risulta essere quella di proteggersi dall’eccessiva irradiazione solare.
Questa realtà è estremamente corrosiva di confronti di ogni tentativo che cerca giustificare surrettiziamente la superiorità di alcuni individui su altri. La realtà semplice, sotto gli occhi di tutti, è disarmante perfino di quei tentativi che si appellano a divinità, come fonte di protezione dialettica, per continuare ad affermare un proprio vantaggio culturale, economico e sociale. 

Charles Darwin contro il ogni razzismo

Annunci