A volte anche armata.

Ebbene, due incarichi pubblici, di nomina politica, freschi di ultimo mandato, quando Guaglianone aveva deciso di abbandonare la vita politica attiva. Del resto, in questi anni di dominio del centrodestra a Milano, l’ex Nar, anche proprietario della palestra Doria, aveva provato più volte a farsi eleggere al Pirellone e a palazzo Marino. Non ci è mai riuscito, anche perché sul suo capo è sempre pesata questa condanna a cinque anni per banda armata. L’anno scorso tornò alle cronache per le indagini sulla ‘ndrangheta della procura di Milano: gli inquirenti sospettavano fosse il tramite con un boss della malavita calabrese qui al Nord. Fu immortalato con tanto di fotografie.

via Terroristi al potere? Il Pdl di Milano si dimentica di quelli dei Nar | Linkiesta.it.

Annunci