Per altro nemmeno troppo intelligenti. A memoria credo sia ormai quasi un decennio che qualcuno propone sempre la stessa legge, condita con salse diverse. Gli ultimi sono stati la Carlucci e ora tal On. Giovanni Fava. Che sia l’invidia del pene?

L’emendamento che ricalca sostanzialmente, il disegno di legge anti-web presentato dallo stesso Parlamentare nei mesi scorsi, al netto – e per fortuna – di alcune folli previsioni attraverso le quali si sarebbero voluti obbligare tutti gli internet service providers a dotarsi di costosi, inutili e liberticidi dispositivi di filtraggio dei contenuti stabilisce, in buona sostanza, che l’obbligo di qualsivoglia fornitore di servizi di hosting di procedere alla rimozione di un contenuto scatti anziché a seguito del provvedimento della competente Autorità, a seguito di una qualsiasi segnalazione da parte di un qualsiasi “soggetto interessato”.

viaIl SOPA all’italiana che minaccia il WEB. – GBLOG.

Annunci