Non c’è che da essere soddisfatti di queste posizioni anche se molti altri problemi tecnici dovranno essere risolti. Sul blog lo sostenevo da molti anni e non perché sia un esperto economista, ma solo perché ho avuto dei buoni insegnanti alla Cesare Alfieri (Scienza Politiche) che tra l’altro rischia di chiudere con le recenti riforme dell’università. Comunque negli ambienti universitari del concetto di unione monetaria come unione zoppa se è senza quella fiscale se ne parla da prima del 1997. E in Europa forse dagli anni ’70. Non rimane da constatare che questi politici si sono comportati come tanti scolaretti che si riducono a studiare l’ultimo giorno di scuola facendo sgobbate disumane, non che mi ritenga diverso, anzi tutt’altro, però così stanno le cose: o si evolve o ci si estingue.

Ma c’è un’altra considerazione da fare. Se arriveremo all’unione fiscale Bossi e la sua padania allora sì che saranno veramente anacronistici, con i loro tentativi di creare un federalismo fiscale, ovvero una separazione. Il concetto alla base è talmente semplice.

Vertice Ue, sfuma l’accordo a 27

Merkel: “Creeremo un’unione fiscale”

“I risultati del vertice Ue sono molto buoni per la zona Euro: saranno la base per una maggiore disciplina nelle politiche economiche dei Paesi membri”. Mario Draghi, presidente della Bce, ha commentato così la notte di trattative: “Si è arrivati a conclusioni che saranno dettagliate e attuate nei prossimi giorni – ha detto Draghi – siamo vicini all’accordo per il patto fiscale, una buona base per una disciplina nella politica economica dei paesi membri”.

via Vertice Ue, sfuma l’accordo a 27 Merkel: “Creeremo un’unione fiscale” – Economia e Finanza con Bloomberg – Repubblica.it.

Annunci