E’ sempre pericoloso parlare di complotti ma senza la vita sarebbe troppo piatta e inoltre la nostra mente si è evoluta per trovare connessioni, intuire pericoli, trappole, congiure. Se Giulio Cesare fosse stato un po’ più propenso ai complotti probabilmente non sarebbe andato in senato quel giorno delle idi di marzo in cui ci lasciò le penne. E dire che di presagi ne aveva avuti, ma lui niente non credeva ai complotti, figuriamoci alle congiure. Dobbiamo trarre la conseguenza che era una mente darwinianamente poco adatta alla sopravvivenza. Sappiamo come è andata a finire. Così a leggere un po’ in giro per la rete si scopre che, oltre la sacralità della stampa ufficiale che piena le pagine dei giornali con le banalità del perbenismo borghese, qualche sano complottista resiste ancora. Tra il debito che non può non essere pagato, tra i sacrifici d’obbligo cristiano e i talebani dell’euro, a cui è sfuggito che l’unione monetaria è senza unione fiscale perché Francia e Germania non hanno mai voluto dai tempi del piano Werner pagare lo stato sociale di altri paesi, si fanno largo i nomi di Commissione Trilaterare, Bilderberg, associati  a Mario Monti.  Ne scrive addirittura Pier Giorgio Odifreddi e come si fa a dargli torto: a cercare bene c’erano altri italiani che hanno illustrato la patria e bene. Mentre in molti scrivono di problemi economici si è consumata l’ennesima congiura di palazzo all’italiana che potrebbe secondo alcuni aver consegnato il paese nelle mani della finanza internazionale che creerebbe le crisi e si poi si farebbe cooptare al governo per risolverle. Un po’ come i pirati informatici assunti dalle banche per proteggere i sistemi di sicurezza. Di per sé non è da scartare a priori. Non so se sia così e se questa ipotesi di congiura internazionale sia vera ma se lo fosse le grandi menti illuminate stanno rischiando di fare i conti senza l’oste. Tra consultazioni, culi caldi sulle sedie, occhi lunghi che rilanciano fino al 2013, governi tecnici di non eletti che parlano di politica, polverizzazione di gruppi parlamentari, pantani burocratici e chiacchiere da bar ho come la sensazione che qui rimangono fregati anche coloro che hanno la pretesa di dare una governance mondiale al pianeta, che si chiamino Bilderberg, Illuminati, Nuovo Ordine Mondiale, Massoneria, Goldman Sachs o semplicemente lobbies.

“Benvenuti in Italia! Qui se famo due spaghi. Ma quali complotti!”

“Lei mi aveva chiesto uno spaghetto Mari e Monti?”

“Se proprio insiste…”

Non rimane che attendere. Qualcuno porti i taralucci che mi avanza una bottiglia di passito.

Annunci