Murray vince il torneo di Shanghai 2011

Pubblicato su Pianeta Tennis.com

Da domani Andy Murray sarà il nuovo numero tre del mondo. Con una stagione tennistica dalle parti dell’Asia che ha sfruttato la fine della stagione e gli acciacchi degli altri competitori ha scalzato dal podio lo svizzero Roger Federer che non era mai uscito dai primi tre dal lontano 2003. Sono passati quasi dieci anni. A pensarci bene la constatazione lascia perplessi. Aveva vinto anche lo scorso anno lo scozzese proprio contro Roger Federer che quest’anno era assente a causa di alcuni problemi fisici che cerca di risolvere per il Master di Londra e sopratutto per la prima prova del Grande Slam a gennaio. Il risultato finale è stato 75, 64 a favore di Andy che ha avuto un torneo relativamente facile. Lo scozzese dalla metà di agosto ha perso solo una partita delle 26 disputate, non sarà il record di McEnroe nemmeno quello di Djokovic ma è un discreto parziale.

“il mio obiettivo per i mesi successivi allo Us Open era quello di riuscire ad arrivare più in alto possibile in classifica e vincere più partite possibile”, ha dichiarato Murray. “Si tratta di una buona partenza, ma non sono sicuro di finire la stagione la numero 3. Dovrò ancora vincere altre partite. Se termini l’anno davanti a Federer è un buon risultato perché non ci sono stati molti giocatori in grado di riuscirci negli ultimi cinque, sei o sette anni. Ovviamente sarebbe una soddisfazione per me”.

Lo scozzese è arrivato a Shanghai con i titoli di Bangkok e Tokio, dove ha sconfitto Nadal, e, in precedenza, un semifinale persa contro Nadal allo Us Open. Ancora prima vanta la vittoria a Cincnnati ottenuta su Novak Djokovic. Murray sembra perciò in grado di competere e vincere contro i migliori nelle prove due su tre, ma risente ancora di qualche difficoltà nell’affrontare i favoriti nelle prove del Grande Slam, nelle quali quest’anno è sempre stato sconfitto in semifinale o in finale: da Djokovic in finale in Australia e poi in semifinale sempre da Nadal a Parigi, Wimbledon e New York. E’ stato forse il miglior anno per lo scozzese anche se i risultati sono passati un po’ in sordina a causa dell’annata eccezionale di Novak Djokovic e della consueta zampata di Nadal al Roland Garros.

“Sono molto contento ma devo rimanere concertato”, ha dichiarato Murray su Facebook. “Non è facile spiegare. Si potrebbe pensare che più partite vinci e meno pressione senti. Colpivo bene la palla, ma c’è un po’ di tensione quando vuoi continuare a vincere. Sono veramente contento di essere riuscito a vincere perché è sempre molto difficile giocare contro Ferrer”.

“L’unica tattica è quella di continuare a vincere partite, come oggi. Non ho giocato il mio tennis migliore ma sono riuscito a servire bene quando ne avevo bisogno. Ho rincorso ogni palla e ho lottato su ogni singolo punto. Questo è quello che è necessario fare se si desidera continuare a vincere il più a lungo possibile. Questa settimana tutto è stato soddisfacente. Non sento necessariamente di aver giocato un tennis eccezionale penso solo di aver compiuto le scelte giuste, rendendo il gioco difficile ai miei avversari e sono riuscito a vincere un torneo di questa importanza.”

Con la vittoria di Shanghai Murray ha conquistato il quinto successo stagionale. Per vedere se riuscirà a mantenere il terzo posto non rimane che aspettare gli ultimi mesi dell’anno.

Fonte Atp.

Annunci