La rassegna stampa internazionale sull’oscuramento di Wikipedia rimarrà a testimonianza di un paese che per anni è stato infarcito nei posti di responsabilità di raccomandati incapaci, ed amministrato da politici del paleolitico il cui unico interesse è quello di non far sapere cosa fanno. La più tipica ipocrisia italiana: occhio non vede cuore non duole e magari l’elettore vota. Un giorno su tutto questo scriveranno delle tesi di laurea. La storia è chi la storia fa.

Il 4, 5 e 6 ottobre 2011 gli utenti di Wikipedia in lingua italiana hanno ritenuto necessario oscurare le voci dell’enciclopedia per sottolineare che un disegno di legge in fase di approvazione alla Camera potrebbe minare alla base la neutralità di Wikipedia.

(qui il testo approvato dalla Camera dei deputati l’11 giugno 2009, poi modificato dal Senato il 10 giugno 2010; qui gli emendamenti)

Sono stati proposti degli emendamenti, ma le modifiche al disegno di legge non sono ancora state approvate in via definitiva. Non sappiamo, quindi, se sia ormai scongiurata l’approvazione della norma nella sua formulazione originaria, approvazione che vanificherebbe gran parte del lavoro fatto su Wikipedia.

via Wikipedia:Comunicato 4 ottobre 2011/Media – Wikipedia.

Annunci