L’autopsia della giraffa del video dimostra chiaramente come l’evoluzione non possa tornare al tavolo da disegno, e come sia piena di imperfezioni. La via più breve per il nervo laringeo evolutosi nei pesci sarebbe quella di pochi centimetri verso la laringe ma è rimasto incastrato nell’ anatomia e così nella giraffa per arrivare a destinazione deve compiere un giro molto lungo. Nelle giraffe il percoso, dato il collo lungo dovuto ad altre pressioni della selezione naturale, è oltremodo lungo, al limte del surrreale. Si tratta di una eredità evolutiva che gli animali si portano dietro come testimonianza della propria cuginanza. Un disegnatore intelligente avrebbe scelto sicuramente un’altra strada. Rimane sempre aperta l’ipotesi del disegnatore poco intelligente. Nell’uomo fa un percorso più breve ma passa sempre dietro al cuore, il cambiamento evolutivo della struttura dai pesci (con il cuore disposto molto più vicino) ai quadrupedi, con presenza del collo, lo ha costretto ad allungarsi e forse è per questo che le giraffe non emettono un verso propriamente distintivo.

via RDF

Annunci