kindle fire

Si erano tutti schierati su prezzi un po’ altini per dei dieci pollici con qualche giga di memoria. La portabilità non ha la forza di migliorare la percezione di costo eccessivo. Così Jeff Benzos arriva e cerca di spiazzare tutti con i 199 dollari del tablet di Amazon. Considerato che le probabilità che lo produca la Foxcon sono elevate almeno in questo modo si riduce il plusvalore dell’oggetto di moda negli ultimi anni. 499 dollari per una mela morsicata sono tanti, almeno fosse intera.

Apple, infatti, è finora riuscita a sbaragliare concorrenti come il PlayBook della Rim, la creatice del Blackberry, il TouchPad di HP, il Galaxy Tab della Samsung e Xoom di Motorola, che hanno tutti fallito nel loro tentativo di raggiungere il mercato di massa. E, anche se ha solo connettività Wi-Fi e non cellulare 3G, un tablet di queste caratteristiche tecniche ha una possibilità reale, secondo gli analisti, di insidiare il primato della mela.

Inoltre “Fire” parte già con una ‘dote’ digitale non indifferente, può accedere, a pagamento, a 17 milioni di canzoni, un milione di libri e 100 mila tra film, telefilm e video di vario tipo. Il tablet avrà anche accesso per 30 giorni al servizio ‘Prime’ per la consegna gratuita di merci vendute online da Amazon, come computer, elettrodomestici, indumenti, giocattoli e prodotti alimentari. Compatto, elegante, con una ‘cornice’ color ossidiana allo schermo dai colori molto nitidi, Fire costa meno della metà della versione di base dell’iPad, 199 dollari contro 499, e grazie al suo schermo tattile a colori da sette pollici, si tiene comodamente in mano e in tasca.

Via Ansa

Annunci