E’ successo a altri: Mario Ancic, lo stesso Federer che risolse il problema meglio. Andy Roddick anche lui non le è sfuggito. La mononucleosi sembra proprio essere una malattia che preferisce i tennisti. Stavolta è toccato a Soderling. Naturalmente per scoprire eventuali connessioni servirebbero più dati, anche se il calo delle difese immunitarie potrebbe essere da prendere in considerazione. Troppi sforzi prolungati? Poco tempo per recuperare? Il caso?

Il risultato è che Robin Soderling rientrerà, forse, a metà ottobre.

Robin Soderling non passa un periodo fortunato. Il numero sei del mondo non gioca dalla finale vinta contro David Ferrer a Bastad. Nel Master di Montreal era stato costretto al ritiro da un infortunio al polso. Allo Us Open si ritirò prima di scendere in campo nel primo turno del torneo e dopo gli è stata diagnosticata la mononucleosi.

“Sono molto dispiaciuto per i miei sostenitori, gli sponsor e i tornei, ma non sono ancora in grado di giocare in Asia. Avevo intenzione di scendere in campo ma sfortunatamente la mononucleosi non è ancora guarita e quindi sono costretto a rimanere un altro mese fuori dalle competizioni. Sono impaziente di tornare in campo ma devo aspettare. Spero di essere pronto per l’Open si Stoccolma a metà ottobre. Ringrazio a tutti per l’aiuto – i vostri messaggi di incoraggiamento mi aiutano a superare questo momento difficile”.

via Roger Federer rinuncia a Shanghai. Soderling fuori un mese – Pianeta Tennis.

Annunci