Rafa Nadal cammina sull'erba inglese

Articolo pubblicato su Pianetatennis.com

Il serbo Novak Djokovic è a pochissimi punti dallo spagnolo (65 ad oggi), il quale per essere sicuro di rimanere numero uno è costretto a confermare il risultato dello scorso anno che lo vide vincitore, se vuole contare solo sulle proprie forze senza sperare in una prematura sconfitta del suo avversario principale che nel 2010 perse in semifinale da Thomas Berdych.

Ma se diamo un’occhiata al tabellone la strada di Rafa non è delle più agevoli. Già il primo turno, a mio sindacabile giudizio, potrebbe essere meno agile del previsto: avrà difronte Micheal Russell. Partita non difficilissima ma Nadal dovrà stare attento considerato che nei primi turni si può non essere completamente rodati alla nuova superficie.

Al secondo turno incontrerà Pablo Andujar o Ryan Sweeting, ma sarà il terzo turno quello che porterebbe il maiorchino a un impegno tennistico di non facile soluzione, infatti ha la possibilità di trovarsi davanti il talento canadese Milos Raonic, testa di serie n. 31, o Tommy Haas che a Wimbledon ha raggiunto una semifinale nel 2009.

Il quarto turno possibile include Gilles Simon, n. 15, o il n. 24 del tabellone Juan Martin Del Potro, che, anche se non ha mai giocato eccezionalmente bene sull’erba, fa sempre parte della ristretta cerchia di giocatori che hanno vinto una prova dello slam.

Rimangono il quarto di finale e la semifinale. Nel primo Nadal potrebbe dover giocare contro Thomas Berdych che lo scorso hanno perse dal maiorchino in finale ma eliminò Roger Federer nei quarti e Novak Djokovic in semifinale.

Nella partita che precede la finale Rafa potrebbe avere difronte l’idolo casa Andy Murray, due volte semifinalista a Wimbledon, n. 4 del tabellone e recente vincitore del Queen’s, o Andy Roddick il quale anche se non è apparso in ottima forma negli ultimi mesi è pur sempre stato per tre volte finalista sull’erba inglese e potrebbe avere il dente avvelenato.

Nella settima e ultima partita, se le sorprese non dovessero piacere a questa edizione del torneo, i suoi più probabili avversari saranno Novak Djokovic che vorrebbe diventare il n. 1 del mondo o Roger Federer a un passo dai sette titoli di Pete Sampras.

Il percorso di Nadal per una conferma a Wimbledon che lo farebbe rimanere n.1 del mondo e raggiungere Rod Laver e Bjorn Borg a quota 11 titoli del Grande Slam non sembra delle più semplici.

Annunci