Lo svedese Robin Soderling

Articolo pubblicato su Pianietatennis.com (n.b. alcuni articoli pubblicati entro i quindici minuti dalla fine della partita possono risentire di refusi, imprecisioni, o ripetizioni. Mi scuso e mi auguro che l’accademia della crusca possa capire la necessità di contemperare l’esigenza della quasi immediatezza della pubblicazione.) Li lascio volutamente come sono a testimonianza del tipo di lavoro.

Inizia subito bene lo spagnolo giocando lungo con il dritto e sull’uno pari conquista il break dopo essersi portato 40-0 sul servizio dell’avversario. Poi lo spagnolo conferma il break portandosi subito 40 a 0 sul servizio e allunga 3-1.
Ljubicic serve male e concede due palle break a Nadal nel quinto gioco. Recupera sul 4 pari il croato. Chiude Rafa con uno schiaffo al volo e nuova palla del doppio break. Ma recupera il break Ljubicic e si porta sul 3 pari, quando sembrava che lo spagnolo avesse preso un buon ritmo il croato prende le misure con il dritto infila 3 giochi consecutivi e si porta 4-3. Rafa riesce a tenere il servizio e si porta 4 giochi pari.

Nadal perde l’occasione di strappare il servizio a Ljubicic e il croato si porta in vantaggio 5-4. Nadal era stato in vantaggio 3-1 con due possibilità di andare 4 a 1. Lo spagnolo qui ha servito per salvare il set ed è riuscito in successione a prendere il ritmo per issarsi a servire per il set, dopo il break su Ljubicic: 75 per Nadal in quello che sarà il punto di equilibrio del match a favore dello spagnolo.
Nel secondo set sembra riprendere ritmo lo spagnolo che ottiene una palla break sul 3 pari. Break sul 3 pari di Nadal che si pota 4-3 e servizio. Lo spagnolo dopo il break chiude il secondo set per 63. Il croato è vittima di un lento cedimento alla distanza in cui sembra non riuscire a reggere il ritmo di un Nadal che da parte sua però non appare comunque al meglio della propria condizione. La partita non è stata anche per questi motivi molto appassionante. E’ stata comunque superiore l’incostanza di Ljubicic che nella seconda frazione ha commesso numerosi errori, che non avrebbe potuto permettersi con un avversario come Nadal, anche se non è al meglio della propria condizione. Si chiude 63 per Nadal il secondo set.

Nel terzo Rafa si avvantaggia subito subito di un break, e anche la volontà di Ljubicic non riesce a raddrizzare una situazione che indica il declino progressivo de gioco di Ivan. Nadal si porta poi 5 a 2 prendendosi l’opportunità di servire per match sul 5-3, dopo che il croato ha tenuto il proprio servizio. Chiude la partita Nadal per 63. Finale: 75, 63, 63. Quattro vittorie su quattro sulla terra per Rafa che aspetta il vincente tra Soderling e Simon per il quarto di finale, e se è vero che si può trovare la forma durante il torneo…

La partita è stata contraddistinta da alti e basti nel gioco da parte di entrambi gli atleti, con Nadal che, anche se non ha espresso un ottimo gioco, è riuscito ad avere una progressione di forma nel match in ritmo e costanza di rendimento, al contrario di Ljubicic che è calato progressivamente.

Robin Soderling passeggia su Simon, se mi si passa l’impietosa metafora, e vince facilmente 62, 63, 76 (4). 
Il francese non è mai stato in partita, se si escludono gli ultimi game del terzo set, quando Soderling si è disunito, forse a causa della stanchezza, e ha iniziato ha commettere numerosi errori permettendo a Gilles di arrivare fino al tie break. Simon nell’arco della partita ha sempre subito il ritmo e la palla pesante, quindi veloce, dello svedese che ha sempre spinto sapientemente sul servizio e con il dritto. Partita impeccabile da parte di Robin con Gilles che ha fatto quello cha ha potuto nei limiti della propria struttura fisico atletica, annullando tre match point nel terzo set sul 65 a Soderling.

Niente ha potuto sui 4 match point consecutivi del tie break. Robin chiude al sesto punto per la partita. Lo svedese incontrerà Nadal nei quarti di finale. Questa sarà l’occasione per valutare la forma dello spagnolo di fronte ad un avversario che oggi è apparso in buona condizione (primi due set) e con un ottimo tempo sulla palla; qualità che riesce a trovare spesso sulla terra rossa che concede del tempo in più ai movimenti ampi dello svedese.
La forma fisica di Soderling comunque non è apparsa ottimale specialmente alla distanza quando ha perso lucidità sui colpi.

Annunci