cicognaInsegnare la controversia. Chiamiamolo se si vuole qualunquismo anche se può andare molto oltre. Non avete mai fatto un regalo alla vostra fidanzata? Chi ha di più fa regali più sostanziosi. Mi sembra chiaro. Tramite Roberto Dadda FB.

Nel campo dell’etica la questione diventa pericolosa. Quali prove ci sono per stabilire che uno stato di schiavitù sia interpretabile come uno stato di libertà? Nessuna, niente. Né fisicamente, né psicologicamente. Anzi alcuni stati psicologici di rassegnazione sono l’evidenza della coercizione e se si valutano i danni nel futuro i traumi possono durare anni e costringere chi ha subito violenze fisiche e psicologiche a uscirne con estrema fatica  e un percorso estremamente doloroso. Meno male che ci difende la rivista del CICAP: Queryonline. Il bene è male, il male è bene. La libertà è schiavitù, la schiavitù è libertà. George Orwell 1984. Tecniche di bispensiero.

Annunci