In quanti sanno che è una recita è un problema di stime. Però a questo punto servirebbe un avviso come per la pubblicità. “I personaggi della trasmissione sono attori e i testi sono un copione”. Altrimenti si potrebbe essere tratti in inganno.

Ecco, mezzo milione di elettori rimarranno convinti per sempre -per sempre, badate- che un’aquilana doc sia andata in televisione a dire che la ricostruzione è stata completata in modo perfetto, e che chi ancora dorme in albergo lo fa volontariamente perché è uno scroccone.
Con un investimento di trecento euro.
No, dico, vi rendete conto?

Via Metilparaben.

Annunci