Anche letteraria. Ci portano in mondi di precisione dove la fantasia si dispiega con la naturalezza dell’intuito sostenuto dalla precisione dei numeri.

Le vette più alte certamente non sono per tutti, ma ci si può fermare liberamente a vari livelli e godere di un ottimo panorama. E quando ci si sente sfiduciati è preferibile distogliere la mente dal pensiero che numeri e incognite siano troppo esigenti e non meritino il nostro impegno. Primo Levi ha scritto: “non ci si deve mai sentire disarmati: la natura è immensa e complessa, ma non è impermeabile all’intelligenza”. Continua.

Annunci