Hossein Derakhshan, foto da flickr

Unisce come tutte le storie dove c’è del coraggio anche un po’ di ingenuità. La residenza in Canada dove inizia ad approfondire la conoscenze dei blog e di un nuovo modo di fare informazione che cerca di comunicare ai giovani della sua patria l’Iran va di pari passo anzi precede il passo di un suo ritorno in Iran. Non prima di aver fatto un viaggio in Israele, meta proibita per legge ai cittadini iraniani, i quali non sono liberi nemmeno di girare per il globo terracqueo. Per il suo rientro è probabile che gli sia stato promesso o addirittura garantito che non gli sarebbe stato torto un capello. Hossein e la sua famiglia hanno creduto a quello che gli era stato raccontato chissà da chi e con quale titolo. Infatti come da copione è stato arrestato appena ha messo piede in Iran. E’ in carcere da quasi quattro anni e ora è stato condannato a morte. Il processo è stato una farsa secondo Amnesty Internetional e non ‘è da dubitarne, considerato che l’accusa al momento risulta essere un “vago oltraggio alla religione”, riflesso dell’insegnamento che ha dato agli iraniani: quello di bloggare. Il regime carcerario probabilmente è al tempo stesso immaginabile e fuori dall’immaginario per chi vive in democrazie consolidate. Un Hossein più scaltro probabilmente non sarebbe mai più rientrato in patria ma al tempo stesso non sarebbe mai stato oggetto di tanta attenzione da parte del governo del proprio paese, perché un uomo più scaltro e non animato da ideali non si sarebbe mai messo a insegnare niente a nessuno, tanto meno a bloggare. Si sarebbe tenuto il Canada e una forma vaga di religiosità esteriore per evitare accuse difficilmente dimostrabili ma da cui è anche difficile difendersi. Non è questo il caso di Hossein Derakshan. C’è un appello on line per cercare di salvargli la vita. Link sottostanti.
METILPARABEN: Hossein Derakhshan

Gli ayatollah condannano a morte il padre dei blogger iraniani | Il Fatto Quotidiano

Petizione per riliascio

Release Hossein ‘Hoder’ Derakhshan from Evin Prison Petition

Annunci