Un Mardy Fish a dieta

Un ossimoro apparente ma non troppo. Federer riesce nell’impresa dopo diversi mesi a digiuno di vittorie ad accaparrarsi il titolo di Cincinnati su un Mardy Fish snellito dalla dieta dimagrante e molto pù mobile sul campo. Infatti riesce a impegnare lo svizzero per tre set di cui i primi due si sono conclusi al tie brek e il terzo è terminato 64 in favore di Federer che ha chiuso rimontando lo svantaggio del set iniziale. Fish da parte sua è sembrato molto più mobile sul campo e naturalmente la dieta non è riuscita a cambiare la sua natura che appare essere quella di un rosso ambrato. Così tolto il peso in eccesso, ma sopratutto quello in parti non fondamentali, lo statunitense è diventato un giocatore nuovo e lo si è visto sul campo dove ha messo a frutto ogni sfumatura.
Federe invece si porta a casa il quarto titolo di Cincinnati e si preparerà per lo Us Open che avrà inizio le settimana prossima, perché c’è sempre l’obiettivo Big Bill da raggiungere con sette titoli “statunitensi” e per il momento sembrerebbe il più in forma di tutti anche se in questo torneo ha giocato veramente poco, agevolato come è stato da due ritiri. Ora c’è una settimana di riposo e poi inizia lo slam americano.

Annunci