Il caso è quello del tennista Lu (di Taipei quindi già messo maluccio) a cui nella partita di primo cotro Hewitt è stato praticamente impedito di chiedere il time out medico. L’approfondimento è ben fatto sul sito di Ubitennis da Livio Costarella che si è riletto anche il regolamento. Se ne deduce che:
A. Il time out medico può essere sfruttato dai giocatori per interrompere un periodo di ottimo gioco dell’avversario o di propria crisi anche se non hanno niente.
B. I fisioterapisti possono decidere quando la richiesta è da considerare urgente (probabilmente imbeccati dall’ATP) o meno e decidere se aspettare a eseguire il trattamento durante i cambi di campo.
C. Nel caso di Lu gli è stato comunicato anche che doveva essere il cambio cambio prima del suo serviziocosa che in set può anche non accadere mai per un giocatore. E’ una eventulaità che nel tennis si può verificare, infatti se si inzia a sevire i cambi campi avverrano sempre in occasione del successivo servizio dell’avversario. Si serve, uno a zero, cambio campo, e servizio all’avversario: due a zero o uno pari poi si serve nuovamente e al successivo gioco dispari ci sarà il cambio campo e il servizio andrà all’avversario. Nel tennis non esiste infatti il cambio di campo nei giochi pari.
Considerato che il regoamento prevede il trattamento durante i cambi di campo e l’arbitro in preda ad allucinazioni da intepretazione pretendeva che Lu usufruisse del trattamento prima del suo servizio, Lu avrebbe dovuto morire in campo.
La nuova regola d’oro dell’Atp, per altro non scritta, sembra prevedere che ci sia sospetto e sospetto e sopstetto, furbizia e furbizia. Chi stabilisce infatti se il fisioterapista sia in buona o cattiva fede come si pretende di poter sopettare da parte dei giocatori?
In piena fase Pirandelliana i giocatori stanno male se al fiositerapista e all’arbitro pare. Se poi uno ha veramente dei problemi può tranquillamente perdere la partita prima di curarsi  che fretta c’è nel maccartismo del tennis dove il sospetto viene usato con la discrezionalità che può avvalorare altri dubbi ed evideziare una professionalità alquanto sfuggente.
Ubitennis – Il sopruso ai danni di Lu: soluzione?

ARBITRO: “Lui pensa che tu possa aspettare un altro game, la nostra priorità è che tu usufruisca del medical timeout prima del tuo servizio”

Annunci