Il lunedì degli ottavi di finale riserva una sorpresa. Andy Roddick viene prima trascinato al quinto set e poi sconfitto dal Cinesino di Taipei Yen Hsun Lu, numero 84 del mondo da oggi in crescita.  Con i tabelloni allineati ai quarti di finale ora incontrerà Novak Djokovic e considerato che il serbo, testa di serie numero 3, ultimamente non sembra brillare molto potrebbe addirittura rischiare di avventurarsi sulla strada di una semifinale contro il vincente tra Federer e Berdych. Vedremo quanto riuscirà ad andare avanti e se riuscirà a riprendersi dall’eccesso di adrenalina che potrebbe avergli reso la nottata difficile da affrontare. L’aspetto più interessante è comunque quello dei confini, dei limiti. Se ce l’ha fatta Lu forse è sufficiente iniziare presto con un certo anticipo compensando quanto basta (q.b.) come il sale per le ricette.  La parte bassa del tabellone è un po’ più affollata di talenti: Murray elimina Querry (battaglia tra rossi) e il suo prossimo avversario sarà il francese Tsonga. L’ultimo quarto vedrà invece opposti Soderling e Nadal in una rivincita verde della finale del Roland Garros. Se gli organizzatori del torneo inglese non avessero modificato le teste di serie secondo il loro modo di vedere che comprende anche i vincitori del torneo e non solo la classifica del computer Nadal sarebbe stato nella parte alta, ma così sono gli inglesi e forse potrebbero avere ragione loro, considerato che lì, nell’isola, le rotatorie funzionano perfettamente.

Annunci