Sara Errani si impone sulla  Cibulkova 75, 64 e Roberta Vinci elimina anche una più quotata  giocatrice la Hantuchova. Il suffisso “ova” è indicativo della loro provenienza dalla parti dell’est Europa che tra russi, cechi, slovacchi, serbi e croati sembra monopolizzare il tennis. E’ un problema di misure oltre che di scuole. Ma nel tennis femminile qualche speranza in più c’è ancora. Le maglie del crivello sono più larghe al contrario di quelle del tennis maschile dove riuscire a giocare un tennis non violento e vincere è sempre di più una chimera.

La Pennetta elimina un’altra “ova” la Kvitova mentre la schiavone si arrende alla Aravane Rezai dopo 2 ore e 52 minuti sotto il sole del deserto della California del sud.

Annunci