Era qualche giorno che mi chiedevo se nel caso di prescrizione del reato si entri anche nel merito dello stesso, ovvero si indaghi sul fatto se sia stato commesso o meno. Parrebbe proprio di sì. Ma forse tutto questo si perderà nella dimenticanza dei tempi, tra liste più o meno arrivate nei tempi, più o meno prescritte. In quest’ultimo caso è meglio non avere scadenze.

"Non vi sono i presupposti per il proscioglimento nel merito di David Mills", ha detto Ciani, nella sua requisitoria. In pratica, secondo il pg si confermerebbe la responsabilità dell’avvocato inglese nel reato di corruzione in atti giudiziari che sarebbe, però, prescritto. Senza proscioglimento Mills dovrà pagare 250 mila euro a Palazzo Chigi perché, secondo Ciani, con le sue testimonianze reticenti, Mills avrebbe arrecato "pregiudizio all’immagine dello Stato per quanto riguarda l’esercizio della funzione giurisdizionale". L’occidentale.

Annunci