e successiva ricostruzione. Si tratta naturalmente di un grande equivoco. Cos’altro?! “Ma quali festini, qui se lavur, giorno e notte. Si studia si fa pratica onde evitare di essere colti di sorpresa. I terremoti, si sa, non sono prevedibili.”
L’equivoco è tutto qui scambiare il lavoro per svago. Deve essere una peculiarità della nuova Repubblica, nuova ma piena di cose già viste, furbizie divenute spavalde e atteggiamenti di onnipotenza che celano superficialità e atteggiamenti ingenui che il potere aiuta a far emergere quando ci si ritiene superiori.  Diciamolo al cellulare, spariamo palloni sonda, facciamo passare un dirigibile con la scritta in coda, mettiamolo tra i messaggi radio da mandare nello spazio, tanto chi se ne accorgerà mai.
Il gip: “Per Bertolaso organizzata festa ‘megagalattica’ con sesso” – Repubblica.it

“Sono Guido, buongiorno… Sono atterrato in questo istante dagli Stati Uniti, se oggi pomeriggio, se Francesca potesse… Io verrei volentieri, una ripassatina”. “Perfetto”, risponde Rossetti. “Perché so che è sempre molto occupata… siccome oggi pomeriggio sono abbastanza libero, ti richiamo tra un quarto d’ora”.

Annunci