100 metri piani

Se rappresentassero un po’ di più di quel 2% scarso della popolazione mondiale molto probabilmente la realtà sarebbe stata evidente a chiunque, ma non è stato e non è così. Inoltre stando alle ultime notizie sembra che siano addirittura in diminuzione, e che lo siano sempre stati negli ultimi anni. Di chi si tratta?
Di una minoranza estremamente favorita. Perciò certi fenomeni sparsi qua e là, seppur abbastanza frequenti per rappresentare una percentuale a una cifra, non sono risultati evidenti agli occhi di tutti. Un caso appunto. Una coincidenza a cui non dare troppa importanza. La realtà è invece molto diversa, e se quelle caratteristiche, associate a altre condizioni (come la pelle, capelli, efelidi) avessero avuto una distribuzione maggiore, fossero state associate a un gene dominante, probabilmente ci sarebbero stati solo loro. Naturalmente come accade in altri sport determinati fattori sono indice di altri: il colore della pelle ci parla delle fibre muscolari; gli occhi a mandorla generalmente indicano un’altezza non elevata. Così è.
Se avessero rappresentato qualcosa in più, sulla linea di partenza, nonché su quella di arrivo, avremmo visto sempre lo stesso colore. Accade nei 100 m piani, nei 200 m., dove corrono particolari tipologie di persone. Non si può trascurare il fatto che l’eccellenza risiede in determinati gruppi, dove aumentano le probabilità di trovare non solo una base consistente di atleti che possono arrivare ad ottimi livelli, ma anche il campione che eccelle sopra tutti.
Certe frequenze, certe costanti ripetizioni di eventi, anche se diradate nel tempo, quando vengono osservate da un altro punto di vista sono l’indice di un ordine nascosto, di particolari condizioni di adattamento, della presenza di caratteristiche che favoriscono determinate attività. Somiglianze: lunghezza del becco, colore del piumaggio, forme dello scheletro. Un grande slam su terra rossa, superficie con la quale si sarebbero ben mimetizzati. Le minoranze nella storia sono sempre state discriminate, il conformismo attrae sempre di più e porta con sè il rischio di vedere, ad una prima e veloce occhiata, solo un disordine apparente.

Annunci